Nome utente o password errati.

Vendite alimentari al dettaglio: Settembre 2014

01 dicembre 2014

Il  mese evidenzia, rispetto al settembre 2013, una variazione piatta (0,0%) su indici grezzi e un calo del -1,5% su indici destagionalizzati.  

             Nel 3° trimestre la variazione destagionalizzata delle vendite risulta pari al -1,9%. Sull’arco dei primi nove mesi dell’anno, invece, la variazione destagionalizzata segna un -1,2% rispetto allo stesso periodo 2013. Essa risulta perciò molto vicina a quella emersa a consuntivo 2013 (-1,1%). Considerando tuttavia che i prezzi alimentari al consumo si stanno muovendo, a fine 2014, con un tasso del +0,2%, e che essi conclusero il 2013 con un tasso del +1,8%, è evidente un forte rientro in valori costanti del calo delle vendite 2014 rispetto a quello accusato lo scorso anno. 

             Le vendite alimentari di settembre , in base a indici grezzi, della GDO e dei piccoli esercizi registrano, rispetto allo stesso mese 2013, variazioni tendenziali pari, rispettivamente, al +0,1% e al -0,2%. Esse si confrontano con quelle segnate in parallelo dalle vendite “totali” del Paese, pari al -0,3% per la GDO  e al -0,8% per i piccoli esercizi.     

            Va sottolineato infine che, in tale contesto, l’unico segmento distributivo che riesce  a smarcarsi è ancora una volta, e in modo assai più marcato che in precedenti occasioni, quello dei “discount” alimentari. Esso infatti, sempre in valori correnti, mostra aumenti, rispettivamente, del +3,4% nel confronto settembre 2014/13 e del +2,3% sui nove mesi.